Gli ultimi articoli Gli ultimi articoli

«Indietro

Abitudini di ieri

Il cioccolato era avvolto in carte colorate che la nonna metteva nei libri. A Natale le tirava fuori dai libri, prendeva delle arance e le avvolgeva con carte colorate così faceva le palle per l'albero di Natale

Indice

Sommario

La vita di ieri: dai campi alla televisione

Abitudini di vita

La nonna Liccia è nata nel 1939. Essere nonni è bellissimo perché non si lavora e si è più liberi di giocare con i nipotini. Si giocava poco: i suoi giochi erano saltare la corda, le bamboline, giocare al "mondo". La mamma della nonna si chiamava Maria e il papà Anselmo. La merenda era pane e cioccolato. Il cioccolato era avvolto in carte colorate che la nonna metteva nei libri. A Natale le tirava fuori dai libri, prendeva delle arance e le avvolgeva con carte colorate così faceva le palle per l'albero di Natale.

L'altra nonna Sara è nata a Palermo. Si è trasferita poi a Busto Arsizio. Mangiava molta carne perché suo papà era macellaio. I pronomi personali li dicevano così: "mi", "ti", "lu", "le".

Abitudini di scuola

La scuola era molto diversa perché iniziavano con puntini e astine, poi imparavano l'alfabeto. La maestra dava le bacchettate e puniva gli scolari disobbedienti: quando la maestra diceva di stare fermi e qualcuno si muoveva, veniva messo dietro alla lavagna per 10 minuti. A scuola durante l'intervallo mangiavano panini con tonno, panini col cioccolato e marmellata. I bambini usavano il calamaio: quando iniziava a scrivere con la penna, il pennino andava bagnato nel calamaio.

Abitudini sociali

A Giugno quando si tagliava il grano e l'agricoltore lo portava in cascina, le donne e i bambini andavano a spigolare il grano, che poi portavano a casa per fornire la famiglia di farina.

Le donne a quei tempi non indossavano i pantaloni ma solo le gonne. Le bambine indossavano anche vestitini. Le scarpe in estate erano zoccoli e d'inverno scarpe normali.

Si faceva preparare tutto per la cresima, poi si metteva la fascia con il simbolo della chiesa. Il padrino legava la fascia. Nonna Liccia aveva quello con tre croci nel 1946 (appena finita la guerra). La cresima si faceva verso gli 8 anni: la comunione al mattino, al pomeriggio si faceva la cresima. Il vescovo faceva una croce d'olio sulla fronte.

La tv nacque nel Gennaio 1954: come pubblicità c'era il carosello e poi tutti a nanna. La televisione offriva anche sceneggiati di altissimo livello come "I Promessi Sposi" e "I Miserabili". Inizialmente la televisione si vedeva in bianco e nero, poi nel 1977 si incominciò a vederla a colori.

Aspetti da indagare

Maggiori informazioni schiacciando su questi link

http://www.istitutocazzulani.it/z_civiltacontadina/La_spigolatura_del_grano.html

http://www.scudit.net/mdtv.htm

Ricerca parole chiave in "dairago" Ricerca parole chiave in "dairago"


I più letti di Dairago I più letti di Dairago

Scuola Primaria classi 1C/2C - Progetto Nobits

Motivazioni, obiettivi, finalità e metodi dell'esperienza con i nonni a scuola.

I giorni del passato

Tante attività quotidiane, così semplici e così ricche

Vita di una volta

Passatempi, scuola, cibi e abiti: tutto quel poco che serviva per vivere

Abitudini di ieri

La vita di ieri: dai campi alla televisione

Scuola Primaria 1C/2C - Vecchie corti e case di ringhiera

E' stato divertente uscire da scuola e, accompagnati da nonno Bruno, visitare la corte del...